Crediti professionali

Cass., n. 17207 dell’11 luglio 2013

Anche i crediti dello Studio Associato hanno il privilegio

 

A condizione che il rapporto di prestazione d’opera si instauri tra il singolo professionista e il cliente

Secondo Cass., 11 luglio 2013, n. 17207, il privilegio generale sui beni mobili del debitore, previsto dall’art. 2751 bis c.c., per le retribuzioni dei professionisti, trova applicazione anche nel caso in cui il creditore sia inserito in un’associazione professionale.

Probiviri

Manifesta eccessività